Le fasi del Percorso Nutrizionale

Dalla Prima Visita al mantenimento dei Risultati

Durante la  prima visita vengono rilevate le caratteristiche fisiche dell’individuo, ovvero:

  • età e sesso
  • misurazione dei parametri antropometrici (peso e altezza) per calcolare il peso teorico;  su questa base verrà poi stabilito il peso che si desidera raggiungere (obiettivo) ed il tempo necessario per il raggiungimento dell’obiettivo
  • plicometria (misurazione delle pliche sottocutanee)
  • analisi della composizione corporea attraverso il metodo dell’impedenziometria
  • misurazione della pressione arteriosa
  • controllo della glicemia (se necessario)

Il colloquio – effettuato contestualmente –  permette di identificare:

  • le preferenze del paziente in termini di gusti e cibi da inserire o evitare, ad esempio diete vegetariane
  • le esigenze personali, ad esempio il pranzo fuori casa per motivi di lavoro
  • eventuali patologie o situazioni specifiche (gravidanza e allattamento, attività sportive praticate  e altro)
  • l’obiettivo che il paziente desidera raggiungere

Sulla base del primo incontro, viene elaborato un programma alimentare personalizzato. Se necessario può essere suggerita l’integrazione con supplementi nutrizionali. Non vengono mai prescritti farmaci.

Durante la prima visita o successivamente è possibile effettuare (su richiesta) i seguenti test clinici:

  • intolleranze alimentari (attraverso una metodica che ricerca le IGG4)
  • intolleranza al glutine (test rapido di ricerca degli anticorpi antitransglutaminasi)
  • allergie alimentari ( ricerca di IGE specifiche)
  • test genetico (prelievo di cellule buccali con tampone di cotone, completamente indolore)

A seguire, attraverso i controlli periodici (settimanali o bisettimanali) è possibile monitorare i risultati e apportare eventuali modifiche fino al raggiungimento dell’obiettivo desiderato.

Il percorso termina con l’elaborazione di un programma di mantenimento che ha lo scopo di rendere duraturi i risultati ottenuti. Il programma di mantenimento può essere adottato anche in una fase intermedia, per fare una sorta di pausa, e prevede controlli a cadenza mensile.

I Risultati

 Al termine di un percorso nutrizionale personalizzato avrai ottenuto:

  • Una nutrizione equilibrata e consapevole per il proprio benessere individuale
  • Miglioramento delle condizioni fisiche e psichiche dell’organismo in termini di forma fisica, energia, buonumore e autostima
  • Miglioramento delle proprie condizioni di salute in relazione a patologie specifiche
  • Adozione di una strategia alimentare specifica per le proprie esigenze (gravidanza e allattamento, sport) o per determinate fasce di età (bambini, adolescenti, persone anziane che assumono farmaci o con poca possibilità di movimento)
  • Una consulenza personalizzata e informazioni sul corretto modo di alimentarsi
  • Un miglioramento dei parametri ematoclinici alterati a causa di una precedente alimentazione errata

Che cosa portare al momento della visita

 Il giorno della prima visita è opportuno portare con sé:

  • Le analisi più recenti e complete del sangue e delle urine
  • Ulteriori esami (ecografie, test allergologici, elettrocardiogrammi)  che sono stati effettuati (solo se si ritiene che siano importanti per la stesura del proprio equilibrio alimentare)

Se si desidera effettuare il test genetico, è opportuno lavarsi bene i denti con dentifricio e spazzolino prima della visita. In alternativa vi verrà fornito in ambulatorio uno spazzolino da denti usa e getta.