antiossidanti

Ruolo e importanza degli antiossidanti alimentari nella salute dell’uomo

Gli antiossidanti sono  composti che contrastano l’azione dei radicali liberi.

I radicali liberi sono continuamente prodotti dal nostro organismo come conseguenza di normali processi metabolici e con il passare degli anni si accumulano e svolgono una potente azione ossidante dannosa nei confronti  tutti i tessuti.
Inoltre ci sono alcuni agenti che provocano la formazione di radicali liberi: il tabacco, l’esposizione al sole, l’alcool, l’attività fisica intensa, una dieta eccessivamente ricca di grassi saturi ed alcuni farmaci.
Il danno dei radicali liberi colpisce soprattutto il DNA, ovvero il patrimonio genetico e quelle strutture cellulari indispensabili per la produzione di energia.
Per contrastare l‘azione dei radicali liberi è  necessario l’intervento degli antiossidanti, di cui alcuni sono prodotti dal nostro organismo ed altri vengono introdotti con gli alimenti.
Alcuni di questi sono:

  • l’acido ascorbico o vitamina C
  • i tocoferoli o vitamina E
  • i carotenoidi, pigmenti rossi gialli e arancioni contenuti nella frutta e negli ortaggi ( tra questi il betacarotene o provitamina A, il licopene sostanza antitumorale contenuta nel pomodoro, la luteina importantissima per la vista
  • I flavonoidi, composti di varia natura contenuti nella frutta, nelle verdure in genere ed in alcune bevande come il tè , il caffè ed il vino .
  • Il selenio
  • Il rame
  • Lo zinco

Gli antiossidanti dovrebbero essere sempre presenti nell’alimentazione giornaliera di ognuno di noi e sono ancora più importanti nelle donne in gravidanza, nei bambini, negli anziani e negli sportivi (in questi ultimi la produzione di radicali liberi è aumentata per effetto dello sforzo fisico).
Essi stimolano il sistema immunitario, fluidificano il sangue e riducono la pressione sanguigna.
La carenza di antiossidanti favorisce i processi arteriosclerotici, la carcinogenesi, le degenerazioni oculari come la cataratta, le alterazioni neuronali come il morbo di Parkinson, la malattia di Alzheimer, la sclerosi laterale amiotrofica.


Tra gli alimenti che contengono maggiori quantità di sostanze antiossidanti ricordiamo: cavoli, barbabietole, spinaci, uva nera, agrumi , fragole e frutti di bosco, prugne, peperoni, pomodori, cipolle, patate, albicocche, pesche e kiwi.
L’olio di oliva extravergine contiene anch’esso buone quantità di sostanze antiossidanti.
Poiché spesso gli antiossidanti sono termolabili è preferibile consumare il più possibile le verdure crude ed aggiungere possibilmente sempre l’olio a crudo sugli alimenti.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>