karkadeh

Sempre per continuare a disintossicare il nostro organismo un aiuto ci proviene dai fiori di ibisco

Se vi ricordate in una ricetta vegetariana di Natale vi avevo proposto di cucinare il risotto con i fiori di ibisco, che è gradevolissimo e molto scenografico per la presenza di questi fiori carnosi.

L’infuso di Hibiscus sabdariffa, che in arabo viene chiamato “Karkadeh” ovvero pianta della salute è conosciuto sin dai tempi antichi.

karkakkkkdeh

La pianta ed i suoi fiori  vengono nominati anche nelle Bucoliche di Virgilio (anni 70-19 A.C) e l’uso alimentare era diffuso in molte parti del mondo almeno intorno alla fine del 1600.

L’infusione è lenta : è possibile lasciare i fiori di ibisco in infusione tutta la notte e consumare poi la bevanda realizzata fresca anche con aggiunta di ghiaccio.

I principi attivi particolarmente salutari sono:

le antocianine

sostanze con spiccata attività antiossidante contenute in quantità elevatissima nell’infuso di fiori di  Hibiscus sabdariffa;

Le vitamine

Vitamina C in quantità notevoli, ma anche vit B1, B2, B3 e Betacarotene.

I Sali minerali

In particolare potassio, fosforo,calcio, magnesio e ferro.

Le azioni che espica a livello dell’organismo sono:

L’effetto antipertensivo

Uno studio svoltosi nel 2009 su 60 pazienti diabetici  a cui è stato somministrato per un mese l’infuso di  Hibiscus sabdariffa,ha messo in evidenza come la pressione arteriosa si sia abbassata significativamente1. Questo effetto potrebbe essere attribuito ai flavoni (pigmenti colorati) presenti nell’infuso.

Effetto ipocolesterolemico

Sempre nel 2009 è stato evidenziato l’effetto ipocolesterolemizzante  dell’infuso di Hibiscus sabdariffa, con diminuzione del colesterolo totale, dei trigliceridi ed aumento della frazione Hdl2.

Effetto antimicrobico sulle vie urinarie

E’ dovuta alla gossipetina, una delle antocianine presenti nell’infuso, l’azione antimicrobica che si esplica sulle vie urinarie3.

Biografia

1) Mozaffari-Khosravi H, Jalali-Khanabadi BA, Afkhami-Ardekani M,Fatehi F, Noori-Shadkam M. The effect of sour tea (Hibiscus sabdariffa) on hypertension  in patients with tipe II diabetes. J Hum Hipertens, 2009 Jan; 23(1):48-54.

2) Mozaffari-Khosravi H, Jalali-Khanabadi BA, Afkhami-Ardekani M,Fatehi F. Effect of sour tea (Hibiscus sabdariffa) on lipid profile and lipoproteins in patients with tipe II diabetes.J Altern Complement Med. 2009 Aug; 15(8):899-903.

3) MounissayiVM, Kavimani S, Gunasegaran R. Antibacterial activity of gossypetin isolated from Hibiscus sabdariffa. The antiseptic, 2002 Mar;99(3):81-82.

2 replies
  1. marinella colombo says:

    Buongiorno, ho trovato molto interessante il suo post e siccome sono l’importatrice dei fiori di ibisco sciroppati vorrei chiederle se mi autorizza ad utilizzare il risultato della sua ricerca su questo fiore davverto strepitoso.
    Intanto mi farebbe molto piacere una sua visita al nostro sito http://www.fioridiibisco.it -
    Inoltre digitando “fiori di ibisco in sciroppo” sul web troverà molte ricette e parecchia rassegna stampa.
    La ringrazio anticipatamente, a presto
    Marinella Colombo

  2. Dott.ssa A.Gigantesco says:

    Gentile signora,
    innanzitutto mi scuso moltissimo per averle risposto solo ora; comunque avevo letto la sua mail e ho visitato il suo sito. Conoscevo già i fiori di ibisco sciroppati e per Natale avevo messo sul sito la ricetta del risotto ai fiori di ibisco. L’aveva vista?
    Può certamente usare i dati che ho inserito, che però non fanno parte di una mia ricerca ,bensì degli autori che ho inserito nella biografia . Inoltre le volevo precisare che le proprietà specifiche sono riferite alla specie “Hibiscus Sabdariffa”.
    Se avesse bisogno di ulteriori chiarimenti sono a sua disposizione.Inoltre se capitasse l’occasione potremmo anche conoscerci: lei in quale città vive? Io come avrà visto opero nella provincia di Livorno.Se poi avesse qualcosa di interessante da propormi, o per il sito, o per la mia attività di nutrizionista, questo mi farebbe sicuramente piacere.
    La saluto e spero di poterla contattare ancora
    Antonella Gigantesco

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>