raccolta delle olive

A proposito dell’olio d’oliva

In questi giorni si raccolgono le olive. Qui in Toscana, dove vivo io, si possono ammirare delle splendide distese di olivi, piante molto belle e curatissime, che forniscono un olio dall’impareggiabile gusto. Le olive vengono raccolte a mano per non rovinare la chioma degli alberi e per non provocare rotture dei frutti. L’olio che si ottiene per spremitura a freddo delle olive è l’olio extravergine , con un grado di acidità inferiore allo 0,8%.  Il colore più o meno verde o la torbidità non sono indici di particolari caratteristiche di genuinità. È il condimento da preferire in assoluto sia crudo, sia per cucinare. Il suo elevato punto di fumo (210 °C ) ne fa uno degli olii più adatti per le fritture. L’olio di oliva ha tuttavia un altissimo valore energetico (899 Kcal per 100 grammi) e per tal motivo, nonostante le sue benefiche proprietà, è bene non abusarne. In particolare, specie in caso di obesità e sovrappeso, si consiglia di dosarlo con un cucchiaio o meglio ancora con un cucchiaino, rispettando le dosi previste dal programma alimentare.

L’olio di oliva è particolarmente ricco di  grassi monoinsaturi ed in particolare di acido oleico. Grazie alla sua particolare composizione, è uno dei condimenti migliori per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo LDL nel sangue, sempre senza abusarne perché altrimenti “manderebbe in tilt” i sistemi di smaltimento dei grassi a livello del circolo sanguigno con conseguente iperlipemia.

L’olio di oliva, oltre che per uso alimentare, è usato come ingrediente in molti prodotti cosmetici e per l’igiene, come ad esempio il sapone di Marsiglia all’olio di oliva e l’olio di oliva ozonizzato.

Recenti  studi scientifici hanno dimostrato come l’ozono, pur essendo un gas altamente instabile (dopo il suo utilizzo infatti si decompone in ossigeno), possa essere ‘intrappolato’ all’interno degli oli vegetali. 
L’ olio di oliva ozonizzato apporta numerosi effetti benefici come cedere ossigeno alla pelle stimolando il metabolismo cellulare. Riattiva la microcircolazione locale, e quindi può essere utile per migliorare  gli inestetismi da cellulite senza alcun effetto collaterale. Inoltre sembra interessante l’utilizzo in caso di psoriasi ed eczemi, cioè in tutte quelle situazioni che possono beneficiare di una maggiore ossigenazione.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>